La Price Action come Modello di Lettura dei Mercati

Data

I modelli che sono presenti nella nostra testa determinano la qualità dei nostri pensieri e spesso il risultato delle nostre azioni. La Price Action è un modello che ci insegna a osservare il mercato, interpretarlo e studiarlo filtrando il rumore provocato da notizie e informazioni poco funzionali per svolgere l’attività da trader.

È credenza comune pensare che per fare trading sia assolutamente necessario conoscere tutte le news più imminenti, che bisogna agire in un contesto veloce e stressante, e dunque aprire e chiudere operazioni con una elevata frequenza.

I fattori che determinano l’andamento del prezzo di un mercato sono molteplici. Ci sono momenti in cui uno strumento è più sensibile a un determinato dato, ma come dice il trader Dave Landry, le negoziazioni hanno un andamento determinato dalle emozioni ovvero dalla percezione che gli operatori hanno della realtà. 

Dietro l’andamento del prezzo infatti ci sono spesso opinioni, aspettative, paure, speranze.

Esistono diversi modelli che interpretano l’andamento di un mercato. Alcuni tengono conto dei volumi, altri guardano l’order book, ecc. Altri modelli si basano sullo studio dello scenario macroeconomico.

La Price Action si propone come modello molto semplice di lettura dei mercati senza l’ausilio di indicatori, senza attenzione alle news più imminenti, basandosi esclusivamente su unico dato certo, il prezzo.

È la lente attraverso la quale un trader è in grado di osservare le dinamiche di prezzo filtrando tutte le informazioni, comprese le aspettative degli operatori.

La messa a fuoco col time-frame bussola

Come qualsiasi modello che cerca di spiegare la realtà, la Price Action cerca di rappresentare il mercato nella maniera più obiettiva possibile.

Per interpretare il mercato attraverso questa lente, come quando leggiamo un libro, abbiamo bisogno della giusta distanza per la messa a fuoco. Ci serviamo quindi del time-frame settimanale per “mappare” il territorio. 

In HereForex definiamo il settimanale il time-frame bussola. È da qui che partiamo per fare le nostre analisi top-down prima di operare sul daily.

Per chiarire un po’ cosa intendo ti riporto di seguito alcuni mercati.

Il grafico di EURUSD nel 2022

Facciamo dunque un esempio pratico con il mercato dell’Euro-Dollaro nel corso dell’anno 2022. Osserva quindi il seguente grafico:

EURUSD Grafico del 2022 con trigger short

Dopo un periodo di forza il prezzo di questo mercato già nel secondo semestre del 2021 aveva iniziato a creare una struttura con massimi e minimi decrescenti. Già ad inizio del 2022 si poteva tracciare una freccia decrescente come quella in figura.

Guardando quindi la “big picture”, la price action indicava che si potevano cercare conferme short.

In zona 1.12, l’ultima settimana di Gennaio 2022, il prezzo ha creato un falso rialzo ed ha poi continuato la sua discesa creando sul settimanale diversi trigger operativi. 

La settimana del 28 Marzo 2022 si è formata una barra Inside Fake-Out (IFO) testando proprio la zona attorno 1.12.

Già durante le sessioni giornaliere una prima conferma era avvenuta giovedì 31 Marzo 2022, poco prima della chiusura di settimana, creando quindi la falsa rottura con un Doppio Massimo Lower Close (DMLC).

Il trigger, contestualizzato nella struttura settimanale, aveva tutte le caratteristiche per essere tradato:

EURUSD Doppio Massimo Lower Close

Il price action trader è discrezionale e in base alla sua percezione del rischio, al suo modello mentale, può interpretare già sul daily questa falsa rottura come un trigger di entrata. 

Può quindi decidere di:

  • tradare il trigger senza attendere la chiusura settimanale 
  • attendere una conferma sul time-frame a 4h
  • fare l’ingresso alla rottura della candela weekly il lunedì successivo.

Continuando ci sono altre occasioni sempre sul time frame settimanale che possono essere prese in considerazione per altri trade short.

Il rialzo dei tassi su USD nel 2022

Aggiungo un’informazione al grafico di EURUSD.

Lo scorso anno è iniziata una politica di aumento dei tassi di interesse da parte delle Banche Centrali. In particolare la FED, la banca centrale americana, ha aumentato per sette volte i tassi portandoli dal 0.25% al 4.5%. 

Questa informazione ci può aiutare ad inquadrare il contesto: se la FED aumenta i tassi di interesse, l’Euro rispetto al dollaro sarà più debole. Ma non sappiamo da quando e per quanto tempo il mercato riterrà questa informazione scontata.

Per questo motivo servono sempre delle conferme grafiche. Ed è sulle conferme che in Hereforex cerchiamo di lavorare.

Nello specifico la politica di aumento dei tassi da parte della FED è iniziata il 17 Marzo 2022 con un primo aumento dei tassi da 0.25% a 0.5%. 

Il DMLC visto prima è una conferma grafica. Se osserviamo nel grafico precedente, il giorno della notizia la seduta si è chiusa addirittura con una candela rialzista. L’Euro ha poi mantenuto un pavimento in zona 1.1 creando un rialzo nei giorni successivi. 

A questo punto sorge una domanda. 

Se non sapessi della politica dei tassi di interesse avresti avuto comunque la possibilità di tradare il mercato senza sapere che c’è un apprezzamento del dollaro per via della politica della FED? 

Il grafico di EURSUD nel 2022 con il rialzo dei tassi

Ti ripropongo il grafico con l’aggiunta della time-line del rialzo dei tassi. 

Voglio farti notare come al rilascio della notizia il mercato in alcuni casi per una o due settimane è stato addirittura “contrarian” rispetto alla news: 

Grafico EURUSD con timeline del rialzo dei tassi di interesse della FED

Ma facciamo ora attenzione alla struttura settimanale nell’ultimo trimestre del ‘22 ovvero da Settembre in poi. Se ci atteniamo all’informazione dei tassi di interesse dovremmo tradare ancora short questo mercato. 

Il differenziale dei tassi infatti vede mentre scrivo questo articolo FED Funds Rate al 4.5% mentre i tassi fissati dalla BCE sono al 2.5%. Quindi USD più forte di EUR.

Ma se ci facciamo caso, sul finire di Settembre il mercato ha creato un minimo dal quale è in corso un rafforzamento dell’Euro. 

Il grafico come vedi sta dicendo che l’Euro è in una fase long

È necessario aggiornare la mappa del territorio per muoversi su questo mercato. 

Potremmo aggiungere altri eventi come il rilascio del dato dell’inflazione americana, i dati sulle buste paga nel mercato americano o la politica della BCE. 

Ma ti lascio immaginare come diventerebbe il grafico e come ciò andrebbe a complicare il modello per interpretare l’informazione e quello decisionale per l’entrata a mercato. 

Concludiamo dicendo che in base a questa lettura mediante la Price Action il mercato ha al momento scontato il rafforzamento del dollaro sull’euro. 

Tradare senza notizie i titoli azionari: Teleperformance

I titoli azionari rispetto al mercato forex hanno ancora maggiore sensibilità rispetto alle notizie. Hanno strutture più direzionali ma presentano volatilità maggiori rispetto al mondo delle valute. È possibile anche in questo caso leggere l’azione del prezzo per interpretare il mercato e capire le aspettative. 

Ti riporto qui di seguito il titolo francese Teleperformance presente all’interno dell’indice CAC40. Si tratta di un’azienda che ho tradato nei mesi scorsi lavorando sul time-frame settimanale:

Teleperformance andamento del prezzo con trigger short nel 2022

Anche in questo caso la struttura era short con massimi e minimi decrescenti. L’ultimo trigger FTW risale al 31 Ottobre 2022. Si tratta in questo caso di un trigger che ho anche tradato. 

Ho lavorato quindi sulla rottura dello spike della FTW Power settimanale con uno stop che in questo caso era sopra lo swing settimanale in zona 300.

Il prezzo poi ha avuto un ribasso enorme che mi ha permesso di prendere un movimento importante. 

Il titolo ha infatti segnato un -32% in una sola seduta!

Effettivamente la mattina del 10 Novembre 2022 è uscita una notizia secondo la quale il governo in Colombia ha avvisato Teleperformance di un’indagine per la violazione di alcune condizioni lavorative che l’azienda avrebbe applicato ai dipendenti che si occupavano della moderazione dei video per Tik-Tok.

Non ho certamente tradato in base a questa informazione, anche perché è stata resa nota dopo il mio ingresso a mercato. Ma quello che voglio trasmettere è che ho tradato esclusivamente seguendo l’azione del prezzo. 

Anche se si trattava solo di un avvio di indagine la notizia ha accelerato quella che era già una vendita in corso che interessava il titolo da mesi.

Tradare senza notizie i titoli azionari: Microsoft

Qui di seguito è riportato il grafico del titolo Microsoft, azienda all’interno del Nasdaq. La struttura di questo titolo mostra un chiaro mercato bearish con un massimi decrescenti da inizio anno 2022. Anche quando ci sono stati dei rialzi il prezzo è sempre tornato verso il basso.

L’ultima informazione operativa su questo mercato è quella della settimana del 12 Dicembre 2022. Una Pin Bar settimanale su una zona chiave

Nei giorni successivi si viene a creare un ulteriore dinamica con trigger short FTW anche se non facile da tradare col nostro metodo.

Ma supponiamo di lavorare i titoli sul time-frame settimanale. Essendo più direzionali è assolutamente fattibile.

Lo scorso 4 Gennaio 2023 il mercato apre in gap-down e il titolo segna in chiusura circa il -4.4%.

In questo caso un price action trader già a mercato sul trigger settimanale può decidere:

  • di incassare il movimento con un buon ROE
  • di mettere a BE la posizione
  • oppure può incassare metà posizione e lasciar correre 

Sono tutte soluzioni valide che variano in base alla propria esperienza e modelli decisionali mentali influenzati dal proprio vissuto. Ovviamente il risultato finale può cambiare sensibilmente. 

Ora ti potrei dire che prima dell’apertura dei mercati il titolo ha subìto un downgrade da parte di UBS da long a neutrale e quindi sono scattate le vendite.

Anche in questo caso l’azione del prezzo era già molto chiara e questa notizia ha solo dato un boost a un mercato bearish.

La mappa non è il territorio

In ogni caso ricorda che una mappa non è il territorio che rappresenta e ogni tanto necessita di essere aggiornata per essere più fedele al contesto che potrebbe essere mutato. 

Il territorio in cui si muove un trader è il mercato. La realtà è il prezzo. A volte questo può evolvere con una velocità tale da rendere invalido un trigger.

Molte mappe non riportano le insidie che si trovano su un percorso, strade nuove o abbandonate.

Pensa un attimo ai mercati che abbiamo analizzato qui sopra. 

Un trigger long in tali strutture fornisce un’indicazione di acquisto in un territorio ribassista

È possibile anche operare contro trend, ma attenzione a non sfidare il mercato. Il trading non è territorio di guerra ma voglio comunque ricordare questo concetto con una metafora citando l’Arte della Guerra di Sun Tzu

«Non assediare città fortificate a meno che non ci sia alternativa». 

Il punto è che nel trading hai sempre un’alternativa: non sei costretto a tradare. I mercati e i trigger sono abbondanti. Il prezzo è in continuo movimento. 

A volte potrà essere necessario attendere qualche giorno o qualche settimana per avere una nuova indicazione operativa chiara. Potrà servire certamente pazienza e disciplina, pertanto, citando sempre Sun Tzu:

«Considera attentamente e calcola prima di fare una mossa».  

Imparare a leggere e interpretare il mercato significa quindi essere sempre pronti ad aggiornare la propria mappa. 

E se dunque avere una buona mappa permette di giungere alla destinazione desiderata con una certa precisione e affidabilità è importante che il proprio modello di lettura dei mercati lo sia altrettanto. 

A volte in questo processo potresti avere a che fare con alcune tue forze interne, il tuo ego. Potresti ignorare i feedback che ti sta dando il mercato, cercare scorciatoie. Potresti voler avere ragione a tutti costi. 

Imparare a riconoscere queste forze, emozioni, osservando te stesso, rimanendo umile, ti permetterà di migliorare il tuo lavoro. 

Altrimenti il rischio è quello di utilizzare una rappresentazione obsoleta in un territorio che è ormai cambiato e tu non lo vuoi accettare

Rischi e imperfezioni

Anche quando si trada il mercato con tutte le condizioni a favore, non si è mai esenti dal rischio economico. Non esiste infatti la strategia perfetta. Altrimenti non ne avremmo bisogno per leggere il mercato.

Tradando il mercato con la Price Action non è detto che non ci siano gli stop loss da sostenere e momenti meno favorevoli. Ma solo l’applicazione costante del metodo con una corretta gestione del rischio ti aiuterà a costruire il tuo obiettivo e rafforzare il tuo modello.

Ogni trade può generare un profitto o una perdita. In Hereforex ci piace più chiamarla costo. Perché il trading per noi è un vero e proprio business. E tutti i business sono fatti di costi e di profitti. Anche i trigger del nostro piano di business non sono infallibili.

Ti riporto qui di seguito il grafico del titolo Assicurazioni Generali:

Da Ottobre 2022 questo titolo è stato acquistato dal mercato rompendo i massimi decrescenti precedenti. 

Un modello che fino alla fine di settembre dava indicazione di un mercato ribassista deve guardare la realtà e aggiornarsi cercando semmai conferme operative di acquisto dopo la dimostrazione di forza.

In questo caso si è creato un trigger settimanale il 28 Novembre 2022 che è stato convalidato ma fallito dopo due settimane. 

Nonostante la barra settimanale che fallisce la view di breve sia un doppio massimo lower close, bisogna fare attenzione alla forza con la quale il titolo è stato acquistato dal mercato. 

Un trigger short sul daily in questo caso sarebbe molto più soggetto a recuperi long.

Per questo motivo ogni trigger va sempre ragionato e studiato nel contesto della struttura.

Le domande chiave per un trade ben progettato

Avrai compreso che la Price Action non si domanda il perché. Si basa sull’osservazione del prezzo

Se già non lo fai potresti iniziare a creare una tua routine da applicare con costanza per imparare a studiare e capire le dinamiche dei mercati.

I tre momenti fondamentali per un price action trader di breve termine sono quindi:

  • Analisi top-down sul time frame settimanale
  • Analisi operativa giornaliera
  • Analisi end-of-day 

Di seguito trovi alcune domande chiave per pianificare e progettare un trade di successo quando hai una informazione operativa durante uno di questi momenti:

  • Quanto è il prezzo attuale?
  • Cosa ha fatto oggi il mercato?
  • Quanto velocemente si è mosso o sta muovendo il mercato?
  • Quanto è lontano l’ultimo swing settimanale?
  • Quali sono stati i movimenti che hanno portato il prezzo al livello attuale?
  • Quali sono i livelli importanti?

Se ci pensi queste domande ti costringono ad osservare esclusivamente il grafico senza tenere conto delle notizie.

Devi sapere che esistono diversi bias che condizionano il funzionamento del nostro cervello portandolo a distorcere la realtà. Già la semplice applicazione di queste domande ti possono aiutare a mantenere il focus

Cambia il tuo modo di pensare

Come per lo sport, non è sufficiente conoscere la tecnica o replicare una strategia per diventare un bravo trader. 

Ogni price action trader infatti affina il proprio modello e può darsi riesca a riconoscere alcune dinamiche di un mercato che altri trader non vedono.

Può succedere che per raggiungere un determinato target di prezzo in un trade, due price action trader ci arrivino mediante due strade diverse.

Nello sport è stato già riscontrato che gli elementi che contraddistinguono gli atleti di successo sono:

  • conoscenza della tecnica;
  • il giusto assetto mentale (o mindset);
  • il livello di esperienza.  

Oltre a studiare i fondamenti e comprendere il modello della Price Action scoprirai che avrai bisogno di migliorare o in alcuni casi cambiare il tuo modo di pensare. 

È quello che definiamo “mindset-shift” ma non andremo in profondità con questo articolo.

Ti basta sapere che nella fase di lettura del mercato attraverso la tua lente, nel processo decisionale di apertura, gestione e chiusura del trade entrano in gioco fattori che sono una combinazione tra la tecnica, l’esperienza e il tuo assetto mentale. Ma quest’ultimo è sempre in cima alla piramide:

Triangolo del trader

Come ti misuri

Il modo in cui pensiamo influisce sui risultati che otteniamo o vogliamo ottenere. In base quindi a come pensi cambia il tuo modello di misurazione.

In Hereforex qualche anno fa Arduino Schenato ha introdotto il concetto di stop paracadute per migliorare la gestione operativa dei trade. 

In breve si tratta di andare a posizionare lo stop in maniera molto diversa da quella spiegata solitamente nei libri di trading. Lo stop classico prevede infatti di posizionare lo stop pochi punti dietro la barra setup. Questo tipo di posizionamento non prevede ampio margine di manovra. 

Uno stop “largo” quindi in un punto non facilmente raggiungibile dal prezzo permette di ragionare e gestire la posizione, ad esempio uscendo preventivamente a un costo minore. 

Non è una questione di giusto o sbagliato. Entrambe le strategie sono sicuramente profittevoli. Ma Arduino ha provato che questo tipo di operatività migliora i suoi trade dal punto di vista di gestione e di risultato ed ha quindi proposto la nuova gestione alla community.

È infatti passato da un modello che misurava preventivamente il rischio-rendimento di un trade ad un modello che ragiona sul rischio-rendimento reale, a consuntivo. 

Sta poi al singolo trader utilizzare o meno adottare questo nuovo modo di pensare e capire se su di lui funziona. 

Continua ad osservare

Apprendere l’arte di fare trading richiede, come qualsiasi altra disciplina, del tempo per essere studiata, capita, applicata e modellata.

La forma migliore di apprendimento è quella che prevede un periodo di osservazione e poi l’applicazione senza mai smettere di rimanere “osservatori” anche di se stessi. 

Se ci pensi è quello che fanno i bambini.

Prima di imparare a camminare ci sono degli step necessari che non possono essere saltati. Un bambino infatti prima impara a rotolare, poi a gattonare, ad alzarsi e infine a muovere i primi passi.

Lo stesso avviene con l’apprendimento della lingue. È un principio dell’apprendimento ben noto nel mondo del coaching sia sportivo che manageriale. 

Lo stesso è quello che consigliamo in Hereforex. 

La quotidiana osservazione dei grafici, l’applicazione del metodo, lo studio del diario di trading, ha portato Arduino a cambiare il suo modo di pensare e a migliorare il suo metodo. 

Rimanere quindi umili continuando ad osservare le dinamiche del prezzo giorno dopo giorno, rallentando andando su una time-frame settimanale, studiando ogni giorno la tecnica e il proprio diario di trading non può far altro che rafforzare e migliorare il tuo modello.

Conclusioni

Mi auguro che questa lettura sia stata di tuo gradimento e che possa anche minimamente averti fornito qualche spunto di riflessione. 

Ti ricordo i nostri canali per rimanere in contatto con noi per rimanere sempre aggiornato seguendoci su:

👉Scarica la mia Guida gratuita: https://hereforex.com/guida-price-action/

👉Vieni a fare trading con noi: https://hereforex.com/scuola-di-trading-platinum/

👉 Canale Telegram informativo: https://t.me/priceactiontradershereforex

Open chat
Hai bisogno di aituo?
Scan the code
Ciao,
come possiamo aiutarti?